RSS

Archivio mensile:aprile 2013

Messaggio da MEDJUGORJE del 25 aprile 2013

431057_2840881740560_1214804627_32255531_35055290_n-785296

Cari figli,

 pregate, pregate, soltanto pregate

 affinché il vostro cuore si apra alla fede come il fiore si apre ai raggi caldi del sole.

 Questo è il tempo di grazia che Dio vi da attraverso la mia presenza

e voi siete lontani dal mio cuore.

Perciò vi invito alla conversione personale ed alla preghiera in famiglia.

 La Sacra scrittura sia sempre l’esortazione per voi.

Vi benedico tutti con la mia benedizione materna.

                       Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 aprile 2013 in Uncategorized

 

Il cantico del bene

seminare 

Chi fa ben sol per paura non fa niente e poco dura.

Chi fa ben sol per usanza se non perde, poco avanza.

Chi fa ben come per forza lascia il frutto e tien la scorza.

Chi fa ben qual sciocco a caso va per l’acqua senza vaso.

Chi fa ben per parer buono non acquista altro che suono.

Chi fa ben per vanagloria non avrà già mai vittoria.

Chi fa ben per avarizia cresce sempre più in malizia.

Chi fa ben con negligenza perde il frutto e la semenza.

Chi fa bene all’indiscreta senza frutto mai s’acquieta.

Chi fa ben per solo gusto mai sarà santo né giusto.

Chi fa ben sol per salvarsi troppo s’ama e non sa amarsi.

Chi fa ben per puro amore dona a Dio l’anima e il cuore e qual figlio servitore

sarà unito al suo Signore.

Gesù dolce Salvatore sia lodato a tutte l’ore il supremo e gran Motore

d’ogni grazia donatore. Amen.

 

Scritta da San Giuseppe da Copertino

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 aprile 2013 in Uncategorized

 

La prova.

 in ginocchio

La prova è un segno di benevolenza da parte di Dio. La prova è un segno delle nostre forze, perché Dio mette alla prova coloro che ama, e nella prova c’è sempre un intervento di Dio a favore dell’uomo. L’azione di Dio precede qualunque azione dell’uomo. Questo non vuol dire che a livello umano, quando siamo provati siamo sereni, tutt’altro, proviamo la tensione, il contrasto. Ma la prova vista in questo progetto salvifico di Dio, acquista una connotazione di fede. La prova è il segno della nostra risposta al progetto di Dio, è la risposta a Dio che ci chiede se abbiamo preso a cuore il suo progetto. La prova, quindi, si colloca dentro un cammino dove Dio interviene per primo.

SALMO 26/27

Il Signore è mia luce e mia salvezza:
di chi avrò timore?
Il Signore è difesa della mia vita:
di chi avrò paura?

Quando mi assalgono i malvagi
per divorarmi la carne,
sono essi, avversari e nemici,
a inciampare e cadere.

Se contro di me si accampa un esercito,
il mio cuore non teme;
se contro di me si scatena una guerra,
anche allora ho fiducia.

Una cosa ho chiesto al Signore,
questa sola io cerco:
abitare nella casa del Signore
tutti i giorni della mia vita,
per contemplare la bellezza del Signore
e ammirare il suo santuario.

Nella sua dimora mi offre riparo
nel giorno della sventura.
Mi nasconde nel segreto della sua tenda,
sopra una roccia mi innalza.

E ora rialzo la testa
sui nemici che mi circondano.
Immolerò nella sua tenda sacrifici di vittoria,
inni di gioia canterò al Signore.

Ascolta, Signore, la mia voce.
Io grido: abbi pietà di me, rispondimi!

Il mio cuore ripete il tuo invito:
“Cercate il mio volto!”.
Il tuo volto, Signore, io cerco.

Non nascondermi il tuo volto,
non respingere con ira il tuo servo.
Sei tu il mio aiuto, non lasciarmi,
non abbandonarmi, Dio della mia salvezza.

Mio padre e mia madre mi hanno abbandonato,
ma il Signore mi ha raccolto.

Mostrami, Signore, la tua via,
guidami sul retto cammino,
perché mi tendono insidie.

Non gettarmi in preda ai miei avversari.
Contro di me si sono alzàti falsi testimoni
che soffiano violenza.

Sono certo di contemplare la bontà del Signore
nella terra dei viventi.

Spera nel Signore, sii forte,
si rinsaldi il tuo cuore e spera nel Signore.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 aprile 2013 in Uncategorized

 

PROVACI!!!

NEL COMPLEANNO DI PAPA EMERITO BENEDETTO XVI

RICORDIAMO UNA DELLE SUE PREGHIERE..

papa-benedetto-XVI-dimissioni

Abbi il coraggio di osare con Dio!

Provaci! Non avere paura di Lui.

Abbi il coraggio

di rischiare con la fede!

Abbi il coraggio

di rischiare con la bontà!

Abbi il coraggio

di rischiare con il cuore puro!

Compromettiti con Dio,

e vedrai che la tua vita

diventa ampia e illuminata,

non noiosa,

ma piena di infinite sorprese,

perché la bontà infinita di Dio

non si esaurisce mai!

Benedetto XVI

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 aprile 2013 in Uncategorized

 

Prestaci i tuoi occhi

hqdefault

O Signore,

aiutaci a non disprezzare mai

nessun uomo,

 a vedere in tutti il bene e non il male

e i valori assoluti

di cui ciascuno è portatore

perché è una persona.

Se tu ci presterai i tuoi occhi,

avremo la misura esatta

di quello che vale ogni persona: i tuoi occhi vedono

in ogni nostro fratello

uno per cui Dio ci ha donato la vita.

(Papa Giovanni XXIII)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15 aprile 2013 in Uncategorized

 

ABBI PIENA FIDUCIA DI ME.

GESU DI NAZARETH 102

Lascia fare a Me. Avrai tutte le illuminazioni e gli aiuti necessari, se renderai intensa l tua fusione di volontà con Me. Non aver mai paura. Ti ispirerò in tempo utile le soluzioni secondo il mio Cuore e ti accorderò anche i mezzi temporali per realizzarle.

Devi lavorare ancora molto per Me, ma Io sarò la tua ispirazione, il tuo sostegno, la tua luce e la tua gioia. Abbi solo un desiderio: che Io mi serva di te come intendo, senza conti da renderti né spiegazioni da darti. Dammi fiducia e ripeti spesso: “Gesù, ho fiducia di te. Ho piena fiducia di Te”.

Non turbarti né per contraddizioni, opposizioni, incomprensioni, calunnie, né per oscurità, nebbie, incertezze: sono cose che arrivano e passano, ma servono a fortificare la tua fede. Ti sono vicino e non ti abbandono mai.

Io sono Colui che non delude mai e dona sempre più di quanto promette. Voglio che la tua vita sia una testimonianza di fiducia. Ricorda che ti sono sempre vicino, sempre ascolto le tue preghiere e non ti abbandono. Perché sono l’Amore e se tu sapessi fin dove puoi essere amato! Poi perché mi servo di te molto di più di quanto non pensi. Rimani vicino a Me, trova riposo nel mio Cuore.

Non contare su di te, conta su di Me. Non contare sulla tua preghiera, ma prega unendoti alla mia preghiera, che è l’unica che valga. Non contare sulla tua azione, né sulla tua influenza: conta sulla mia azione e sulla mia influenza. Non aver paura. Dammi solo fiducia. Quando sei debole, povero, nella notte spirituale, in agonia sulla croce…..offri la mia offerta essenziale, universale al Padre.

Unisci la tua preghiera alla mia preghiera. Prega con la mia preghiera. Io conosco le tue intenzioni meglio di te. Confidamele tutte insieme. Non ti impedisco di avere delle intenzioni e di farmele conoscere, ma partecipa soprattutto alle mie.

Unisci il tuo lavoro ai miei lavori, le tue gioie alla mia gioia, le tue pene, le tue lacrime, le tue sofferenze alle mie. Tu devi scomparire progressivamente in Me.

Adesso per te molte cose sono mistero, ma saranno luce e rendimento di grazie nella gloria.

Desidera che tutti mi amino. I tuoi atti di desiderio valgono tutti gli apostolati.

Sii sempre più disponibile. Abbi fiducia. Ti ho condotto per strade apparentemente sconcertanti, ma non ti ho mai abbandonato e mi sono servito di te, a modo mio, per realizzare uno stupendo disegno d’amore.

Convinciti che io sono la dolcezza e la bontà perfette, poiché vedo le cose in profondità, nella loro dimensione esatta, e posso misurare bene fino a qual punto i vostri sforzi, per quanto piccoli, sono meritori. Per questo sono anche mite e umile di Cuore, pieno di tenerezza e di misericordia.

Nessuno abbia paura di Me, perché l’eccessivo timore rattrista e chiude. Nulla mi fa soffrire quanto lo scoprire un residuo di sfiducia in un cuore che vorrebbe amarmi. Dunque, non tormentare troppo la tua coscienza. Rischi di scorticarla. Chiedi umilmente al mio Spirito di illuminarti e di aiutarti ad eliminare tutte le arie malsane che ti avvelenano.

Non sai forse con certezza che ti amo? E questo non dovrebbe bastarti?

La gioia fiduciosa apre e dilata. La fiducia è l’espressione d’amore che più mi onora e mi commuove. In ogni attimo ho delle attenzioni per te. Tu te ne accorgi solo qualche volta, ma il mio affetto per te è costante e se vedessi che cosa faccio per te ne rimarresti meravigliato….

Non hai nulla da temere, anche quando sei nella sofferenza: Io sono sempre presente e la mia Grazia ti sostiene, perché tu la faccia valere a profitto dei tuoi fratelli e sorelle.

E poi, ci sono tutte le benedizioni di cui ti ricolmo durante la giornata, la protezione di cui ti circondo, le idee che faccio germogliare nel tuo spirito, i sentimenti di bontà che ti ispiro, la simpatia e la fiducia che effondo intorno a te e molte altre cosa ancora che tu neppure immagini.

Non ottieni di più perché non riponi abbastanza la tua fiducia nella mia misericordia e nella mia tenerezza per te. La fiducia che non si rinnova si indebolisce e svanisce. Sotto l’influsso del mio Spirito fai crescere sia la fiducia nella mia potenza misericordiosa, sia il desiderio di invocarla in tuo aiuto e in aiuto della Chiesa.

Chiedi con Fede, con forza, perfino con fiduciosa insistenza. Se non sei esaudito subito, secondo le tue attese, lo sarai un giorno non lontano e nel modo che tu stesso avresti desiderato, se vedessi le cose come le vedo Io.

Chiedi per te, ma anche per gli altri. Fai trascorrere nell’intensità delle tue invocazioni il mare delle miserie umane. Assumile in te e portale alla mia presenza.

Chiedi per la Chiesa, per le Missioni, per le Vocazioni.

Chiedi per coloro che hanno tutto e per coloro che non hanno niente, per coloro che sono tutto e per coloro che non sono niente, per coloro che

credono di fare tutto e per coloro che non fanno niente. O credono di non fare niente.

Prega per i sani che non si rendono conto del privilegio della integrità del loro corpo e del loro spirito, e per gli infermi, i deboli, i poveri anziani che sono assillati da ciò che non và.

Prega soprattutto per coloro che muoiono o stanno per morire. Invoca la mia Misericordia.

Affidati a Me fiduciosamente. Non cercare neppure di sapere dove ti conduco.

Tieniti stretto a Me e procedi senza esitare, a occhi chiusi, abbandonato a Me. La storia dimostra fino a qual punto Io sappia far scaturire il bene dal male. Non bisogna giudicare dalle apparenze. Il mio Spirito agisce nei cuori in modo invisibile.

Dammi sempre più fiducia. La tua luce, sono Io; la tua forza, sono Io; la tua potenza, sono Io.

Senza di Me saresti soltanto tenebra, debolezza e sterilità. Con Me non c’è nessuna difficoltà in cui tu non possa riuscire vincitore, ma non per trarne gloria o vanità. Ti attribuiresti in modo indebito ciò che non ti appartiene. Dammi solo fiducia.

Se talvolta ho bisogno della tua sofferenza per compensare molte ambiguità e resistenze umane, non dimenticare che non sarai mai provato oltre le tue forze corroborate dalla mia Grazia. E’ per amore, a te e al mondo, che ti associo alla mia Redenzione; ma Io sono più che tutto tenerezza, delicatezza, bontà. Ti darò sempre gli aiuti materiali e spirituali se rimarrai unito a Me. E tutto ciò giorno dopo giorno, in dipendenza da me, l’Unico che rende feconda la tua attività e le tue sofferenze.

Se le anime avessero più fiducia in Me e mi trattassero con affetto fiducioso e profondo, come si sentirebbero più aiutate e al tempo stesso più amate. Io vivo nell’intimo di ciascuna di esse, ma sono poche quelle che si preoccupano di me, della mia presenza, dei miei desideri, dei miei aiuti.

Io sono Colui che dona e vuole donare sempre di più, ma è necessario che mi si desideri e si faccia affidamento su di Me.

Ti ho guidato sempre e la mia mano misteriosa ti ha sostenuto e molto spesso, a tua insaputa, ti ho impedito di vacillare. Concedimi dunque tutta la tua fiducia, con grande umiltà e lucida coscienza della tua debolezza, ma con grande Fede nella mia potenza.

Ripetimi: Gesù ho piena fiducia di Te.

 
1 Commento

Pubblicato da su 10 aprile 2013 in Uncategorized

 

DISCOTECA DEL SILENZIO

  DISCOTECA DEL SILENZIO

Adorazione  Eucaristica notturna.

CASA DON GUANELLA   BARZA ISPRA (VA)

 

DISCOTECA DEL SILENZIO è…

– luogo di silenzio che ti offre uno spazio per pensare, riflettere e pregare

– incontro con il Cristo vivo e realmente presente nell’Eucaristia

– ricerca di identità e mezzo di maturazione

– sfida che ti chiede di fermarti, affrontare il Silenzio

– volontà di guardare alla vita con occhi diversi.

Adorazione significa sottomissione, riconosce­re  la divinità, la signoria e l’onnipoten­za.

Non si può separare la Santissima Eucaristia dalla Passione di Gesù.

(Sant’Andrea Avellino)

SABATO 13 APRILE 2013  DALLE ORE 20:30 ALLE 04:00

DI DOMENICA 14 APRILE 2013

CELEBRAZIONE DELLA S.MESSA; SEGUIRA’  L’ESPOSIZIONE DEL

 SS. SACRAMENTO CON ADORAZIONE ANIMATA CON CANTI, LETTURA DI BRANI DI DON GUANELLA E DI FRASI TRATTE DALLA PAROLA DI DIO,  PREGHIERE E ATTIMI DI MEDITAZIONE, PERSONALE. ALLE 24 S.ROSARIO PER LE FAMIGLIE IN DIFICOLTA’ E I GIOVANI; SEGUIRA’  SILENZIO  E ADORAZIONE  FINO ALLE 4:00

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 9 aprile 2013 in Uncategorized