RSS

CONSACRAZIONE DI SÉ E DI OGNI COSA ALLA S. FAMIGLIA

30 Dic

165012_447621171953551_1989078429_n

 

O Ternario sublime Gesù, Maria e Giuseppe, io (nome) benché l’ultimo dei vostri servi, e il più indegno dei vostri figli, mosso nondimeno dalla vostra ineffabile bontà, vengo ai vostri piedi per farvi dedicazione totale di me, delle mie azioni, e di ogni cosa; e vi prego di accettarla benignamente, perché intendo farla con animo volenteroso, sperando col vostro potente aiuto di rinnovarla fino all’estremo respiro della mia vita.

Vi presento questa mia offerta per il mio maggior profitto spirituale, affinché io pure possa partecipare alla vita apo­stolica con la preghiera, con la mortifi­cazione, con l’acquisto delle virtù neces­sarie al mio stato.

Intendo perciò, che ogni mia azione benché minima, sia diretta alla conver­sione dei peccatori non solo presenti, ma anche futuri, fino alla consumazione dei secoli.

Intendo, che tutti i miei pensieri, paro­le ed opere, e qualunque mio merito soddisfattorio in vita, in morte e dopo la morte, sia diretto a suffragare le povere anime del Purgatorio attuali e future fino alla fine del mondo, delle quali in ogni istante io bramo la totale liberazione. Intendo in ogni azione, in ogni palpito e respiro, di unirmi alle intenzioni degli Angeli e dei Santi del cielo, affinché for­mando con essi una sola società, io più non viva alla terra, ma al cielo. Degnatevi, o Famiglia Santissima, di accettare la consacrazione di me stesso, come vittima al vostro onore, d’ogni mia preghiera, comunione, mortificazione, sofferenza, fatica ed azione non solo buona, ma anche di natura indifferente, affinché avvalorate dalla virtù del san­gue divino, unite alle intenzioni del tuo Cuore, o Gesù, ai vostri meriti grandissi­mi, o Maria, o Giuseppe, riescano un’o­blazione gradita agli occhi del Padre Celeste. Torno a proclamarmi vostra vit­tima affinché il mondo si converta, si converta presto, e si converta tutto; affinché trionfi la Santa Chiesa troppo perseguitata ed oppressa.

O Gesù, Maria e Giuseppe scrivetemi ormai nel numero dei vostri servi; consi­deratemi ormai come aggregato alla vostra Santa Famiglia: e come ho avuto l’onore di partecipare a questa santa Società in terra, così goda di appartener­vi anche nel cielo e di fruire del vostro beatifico aspetto per tutta l’eternità. Amen.

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 dicembre 2012 in Uncategorized

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: