RSS

Archivio mensile:dicembre 2012

NOI TI LODIAMO DIO (Te Deum)

 

 

383763_137310589757866_1592280224_n

(Te Deum)  NOI TI LODIAMO DIO

 

Noi ti lodiamo, Dio, *

ti proclamiamo Signore.

O eterno Padre, *

tutta la terra ti adora.

A te cantano gli angeli *

e tutte le potenze dei cieli:

Santo, Santo, Santo *

il Signore Dio dell’universo.

I cieli e la terra *

sono pieni della tua gloria.

Ti acclama il coro degli apostoli *

e la candida schiera dei martiri;

le voci dei profeti si uniscono nella tua lode; *

la santa Chiesa proclama la tua gloria,

adora il tuo unico Figlio *

e lo Spirito Santo Paraclito.

O Cristo, re della gloria, *

eterno Figlio del Padre,

tu nascesti dalla Vergine Madre *

per la salvezza dell’uomo.

Vincitore della morte, *

hai aperto ai credenti il regno dei cieli.

Tu siedi alla destra di Dio, nella gloria del Padre. *

Verrai a giudicare il mondo alla fine dei tempi.

Soccorri i tuoi figli, Signore, *

che hai redento con il tuo sangue prezioso.

Accoglici nella tua gloria *

nell’assemblea dei santi.

Salva il tuo popolo, Signore, *

guida e proteggi i tuoi figli.

Ogni giorno ti benediciamo, *

lodiamo il tuo nome per sempre.

Degnati oggi, Signore, *

di custodirci senza peccato.

Sia sempre con noi la tua misericordia: *

in te abbiamo sperato.

Pietà di noi, Signore, *

pietà di noi.

Tu sei la nostra speranza, *

non saremo confusi in eterno.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 dicembre 2012 in Uncategorized

 

CONSACRAZIONE DI SÉ E DI OGNI COSA ALLA S. FAMIGLIA

165012_447621171953551_1989078429_n

 

O Ternario sublime Gesù, Maria e Giuseppe, io (nome) benché l’ultimo dei vostri servi, e il più indegno dei vostri figli, mosso nondimeno dalla vostra ineffabile bontà, vengo ai vostri piedi per farvi dedicazione totale di me, delle mie azioni, e di ogni cosa; e vi prego di accettarla benignamente, perché intendo farla con animo volenteroso, sperando col vostro potente aiuto di rinnovarla fino all’estremo respiro della mia vita.

Vi presento questa mia offerta per il mio maggior profitto spirituale, affinché io pure possa partecipare alla vita apo­stolica con la preghiera, con la mortifi­cazione, con l’acquisto delle virtù neces­sarie al mio stato.

Intendo perciò, che ogni mia azione benché minima, sia diretta alla conver­sione dei peccatori non solo presenti, ma anche futuri, fino alla consumazione dei secoli.

Intendo, che tutti i miei pensieri, paro­le ed opere, e qualunque mio merito soddisfattorio in vita, in morte e dopo la morte, sia diretto a suffragare le povere anime del Purgatorio attuali e future fino alla fine del mondo, delle quali in ogni istante io bramo la totale liberazione. Intendo in ogni azione, in ogni palpito e respiro, di unirmi alle intenzioni degli Angeli e dei Santi del cielo, affinché for­mando con essi una sola società, io più non viva alla terra, ma al cielo. Degnatevi, o Famiglia Santissima, di accettare la consacrazione di me stesso, come vittima al vostro onore, d’ogni mia preghiera, comunione, mortificazione, sofferenza, fatica ed azione non solo buona, ma anche di natura indifferente, affinché avvalorate dalla virtù del san­gue divino, unite alle intenzioni del tuo Cuore, o Gesù, ai vostri meriti grandissi­mi, o Maria, o Giuseppe, riescano un’o­blazione gradita agli occhi del Padre Celeste. Torno a proclamarmi vostra vit­tima affinché il mondo si converta, si converta presto, e si converta tutto; affinché trionfi la Santa Chiesa troppo perseguitata ed oppressa.

O Gesù, Maria e Giuseppe scrivetemi ormai nel numero dei vostri servi; consi­deratemi ormai come aggregato alla vostra Santa Famiglia: e come ho avuto l’onore di partecipare a questa santa Società in terra, così goda di appartener­vi anche nel cielo e di fruire del vostro beatifico aspetto per tutta l’eternità. Amen.

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 dicembre 2012 in Uncategorized

 

ULTIMO MESSAGGIO DELL’ANNO 2012 DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE dato a IVAN IL 28 DICEMBRE 2012

431057_2840881740560_1214804627_32255531_35055290_n-785296

Apparizione avuta da Ivan, venerdì 28 Dicembre 2012, sul Podbrdo, alle ore 22:00. Ecco le parole di Ivan:

«Desidero descrivere brevemente l’incontro di stasera con la Madonna con queste parole che io ho, perché descrivere l’incontro con la Madonna è molto difficile, poiché ogni parola è povera per poter descrivere a parole la bellezza di questo incontro e, in particolare, è veramente molto difficile descrivere l’amore della Madre.

Perciò desidero dirvelo con queste parole che io ho, nel modo più breve e più semplice. Anche stasera la Madonna è venuta a noi molto gioiosa e felice. All’inizio ci ha salutato tutti col suo consueto materno saluto: “Sia lodato Gesù, cari figli miei!”.Poi la Madonna ha pregato qui su tutti noi per un tempo prolungato con le mani distese e ha pregato in particolare su voi malati presenti.

Poi la Madonna ha detto: “Cari figli, anche oggi desidero invitarvi alla gioia, vi invito di nuovo alla gioia. Nello stesso tempo, vi invito alla responsabilità. Cari figli, accogliete responsabilmente i miei messaggi e vivete i miei messaggi, perché, vivendo i miei messaggi, desidero condurvi a mio Figlio. In tutti questi anni in cui sono insieme a voi, il mio dito è rivolto verso mio Figlio, verso Gesù, perché desidero condurvi tutti a Lui. Perciò, anche nei prossimi giorni, la vostra domanda sia – io vi pongo questa domanda: “Che cosa posso fare perché il mio cuore sia più vicino a Gesù?”. Che questa domanda vi guidi. Dite a voi stessi: “Che cosa devo lasciare? Che cosa devo rifiutare, perché il mio cuore sia più vicino a Gesù?”. Pregate, cari figli! Io pregherò per tutti voi, affinché la vostra risposta nei vostri cuori sia: “Sì, desidero essere più vicino a Gesù!”. Grazie, cari figli, perché anche oggi avete risposto alla mia chiamata e avete detto sì”.
Poi io ho raccomandato tutti voi, tutti i vostri bisogni, le vostre intenzioni, le vostre famiglie e, in particolare, gli ammalati. Poi la Madonna ha continuato a pregare per un tempo in particolare per i sacerdoti e per le vocazioni nella Chiesa.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 dicembre 2012 in Uncategorized

 

Dio si è fatto come te..

natale_GESU' 

Dio si è fatto come te
Ha preso il volto di un bambino di più di 2000 anni fa in una lontana provincia mediorientale
Oggi ha preso il tuo volto…
non solo il tuo volto, ma anche il volto di ogni essere umano.

Dio ha preso il volto di chi ami
anche il volto di chi ti sta antipatico.
Ha il volto di chi ti ha fatto un torto
e anche di colui a cui tu l’hai fatto.
Dio ha il volto del povero che tu forse non vedi.
Ha il volto delle persone che magari non noti accanto a te
Ha il volto di ogni uomo, donna, bambino, anziano, malato… di questo mondo, del tuo mondo.

… Dio ha il tuo volto.
E sul tuo volto, che è anche il suo, non vuole sguardi d’odio
Non vuole occhiate di giudizio
Non vuole che i tuoi-suoi occhi siano ciechi o distratti verso chi tende una mano per un aiuto o un piccolo segno d’amore

Con il tuo volto Dio vuole sorridere, perdonare, consolare, amare…
Dio si è fatto come te.
E tu hai il volto di Dio

www.gioba.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 dicembre 2012 in Uncategorized

 

Gesù Bambino…

Gesù,

tu sei nato debole

perché io

non abbia mai paura di te.

 Sei nato povero

perché io ti consideri

la mia unica ricchezza.

 Sei nato piccolo

perché io non cerchi

di dominare gli altri.

 Sei nato in una grotta

perché ogni uomo

sia libero di incontrarti.

 Sei nato nella semplicità

perché io smetta

di essere complicato.

 Sei nato per amore

perché io non dubiti

mai del tuo amore.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 dicembre 2012 in Uncategorized

 

VIENI GESU’ BAMBINO!!!

602941_373554729407409_1663423941_nLa scena è ambientata in Ungheria, al tempo delle terribili persecuzioni comuniste contro la fede. Alla scuola comunale, l’istitutrice è una atea militante che non perde nessuna occasione per seminare dubbi nei cuori dei bambini che, quasi tutti, vengono da famiglie praticanti. Una dei bambini, Angela, di 10 anni, si distingue per la grande fede e diventa il b…ersaglio della istitutrice. Un giorno, questa donna inventa un nuovo metodo per estrarre ogni barlume di fede dal cuore di questi bambini innocenti. Domanda ad Angela:
“ Quando i tuoi genitori ti chiamano, che fai ? ”

risponde la bambina :
“ Vado da loro ”

continuò la maestra :
“ E quando chiamano lo spazzacamino, che succede ? ”.

la bima rispose :
“ Arriva lo spazzacamino ”

la maestra :
“ Bene, figlia mia, viene perché esiste ! Tu vieni perché esisti. Ma supponiamo che i tuoi genitori chiamino tua nonna che è morta, pensi che verrà ? ”

rispose la piccola :
“ No, non credo che verr à”

la maestra insiste :
“ Brava ! E se chiamano Cappuccetto Rosso o Barbablù, che succederà ? ”

la piccola rispose :
“ Non verrà nessuno perché si tratta di favole ”

con spavalderia disse la maestra :
“ Perfetto ! Vedete dunque, bambini, che i viventi, quelli che esistono, rispondono a coloro che li chiamano, e coloro che non rispondono, non vivono più oppure hanno smesso di esistere. È chiaro, vero ? ”

“ Sì ” risponde tutta la classe con voce timida.

continuò la maestra :
“ Tu Angela, credi che il Bambino Gesù ti senta quando lo chiami ? ”

La piccola risponde con un fervore improvviso, indovinando il tranello:
“ Sì, credo che mi senta !”

allora la maestra propose :
“ Bene, facciamo allora un piccolo esperimento. Se il Bambino Gesù esiste, udrà la vostra chiamata. Gridate allora tutti insieme, a voce alta: “ Vieni Gesù Bambino ! ”

Dopo un lungo silenzio durante il quale l’istitutrice assapora lo smarrimento dei bambini, Angela si lancia in mezzo alla classe e grida :
“ Ebbene sì, noi lo chiameremo. Tutti insieme, “ Vieni Gesù Bambino ! ”

Tutti gli scolari si alzano e gridano, pieni di speranza:
“ Vieni Gesù Bambino ! ”

Tralascio i dettagli per arrivare ai fatti. Tutti i bambini guardavano Angela, quando di colpo la porta si aprì senza rumore. Tutta la luce del giorno si raccolse improvvisamente verso la porta. Questa luce cresceva e aumentava e divenne un globo di fuoco.
All’inizio i bambini ebbero paura, ma il globo si aprì e dentro apparve un bellissimo bambino come non ne avevano mai visto uno. Il bambino sorrideva loro senza dire una parola. La sua presenza era dolcissima. Vestito di bianco, sembrava un piccolo sole. Era lui che produceva la luce. Non disse niente, sorrideva soltanto; poi disparve nel globo di luce che si dissolveva poco a poco, secondo le testimonianze dei bambini.
La porta si richiuse da sola dolcemente. Inondati di gioia, i bambini non potevano parlare. Ma un grido stridulo ruppe il silenzio. Hagarde, l’istitutrice urlava:
“ È venuto! è venuto ! ”

Poi scappò sbattendo la porta. Angela disse semplicemente:
“ Vedete, Lui esiste ! ”

Il cappellano dell’epoca dopo interrogò ciascun bambino e dichiarò sotto giuramento che i bambini non si contraddicevano. D’altra parte i bambini trovavano questo quasi normale e uno di loro affermò:
“ Poiché eravamo in difficoltà, bisognava bene che Gesù bambino venisse a cavarci dagli impicci ! ”

L’istitutrice abbandonò il suo lavoro per motivi di salute mentale. Ripeteva continuamente: “ È venuto ! È venuto ! ”

di padre Marie Dominique Moliniè

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 dicembre 2012 in Uncategorized

 

MESSAGGIO DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE DEL 25 DICEMBRE 2012 DATO A JAKOV E MARIJA

Maria_di_Medjugorje

Cari figli,

donatemi le vostre vite e abbandonatevi totalmente a me ,affinché io possa aiutarvi a capire il mio amore materno e l’amore del mio figlio verso di voi .

Figli miei, io vi amo immensamente e oggi in modo particolare, nel giorno della nascita del mio figlio, vorrei accogliere ognuno di voi nel mio grembo materno , ogni vostro cuore ed ogni vostra vita donarla al mio figlio .

Figli miei, Gesù vi ama e vi dona la grazia per poter vivere la Sua Misericordia, però tanti dei vostri cuori sono stati assorbiti dal peccato e vivete nel buio.

Perciò, figli miei non aspettate , dite no al peccato e donate i vostri cuori a mio figlio, perché solo così potrete vivere nella Misericordia di Dio e con Gesù nei vostri cuori vi incamminerete sulla via della salvezza.

**********************************************************************************************************

Nello stesso giorno si è verificata anche la Apparizione alla Veggente Marija Pavlovic per il consueto Messaggio del 25 del mese. La Regina della Pace non ha parlato ma è apparsa col Bambino Gesù in braccio. E ha parlato Gesù:

“Io sono la vostra pace, vivete i miei comandamenti”

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 dicembre 2012 in Uncategorized