RSS

LA VERGINE A PARATICO ANNUNCIA PESANTI SOFFERENZE PER I POPOLI ALL'INIZIO DI QUESTO NUOVO ANNO

29 Gen
294638254_2

 

 

LE APPARIZIONI DI PARATICO – BRESCIA –

 

Dal 1992 Marco si ritrovava, ogni sabato sera, con alcuni amici per la recita del Santo Rosario. Gli eventi straordinari iniziarono il 26 marzo 1994 quando egli fu invitato, presso una famiglia, per un incontro di preghiera e per festeggiare poi un compleanno. Durante la serata sentì dentro di sé, per ben tre volte, una voce che gli diceva… "figliolo, scrivi!" La quarta volta …"Marco, figlio caro, non temere sono la Mamma, scrivi per tutti i tuoi fratelli…". Erano le ore 22.35 quando la Mamma donava il suo primo messaggio in locuzione, cioè sotto dettatura. Per circa sei mesi la Vergine, che aveva chiesto di essere venerata con il titolo di MAMMA DELL’AMORE, portò privatamente e ogni giorno i suoi messaggi al suo strumento Marco, per aiutarlo nella sua crescita spirituale e per rafforzare la sua fede, in vista di una futura "missione pubblica", come la definiva LEI.
Nel mese di luglio dello stesso anno, per la prima volta, Marco ebbe la visione della Vergine che gli si presentò, come ancora oggi, sotto sembianze umane: "Una giovane di 15-16 anni con indosso un abito lungo di color oro chiaro ed un manto, che le scende dal capo lungo il corpo fino ai piedi, di color oro più scuro, come la fascia che le cinge i fianchi". Sempre secondo il racconto del veggente, quando lui cade in estasi, vede la Madonna avvolta in una luce forte, ma allo stesso tempo delicata e si ferma a circa un metro e mezzo da lui. A volte si presenta con in braccio Gesù Bambino, altre volte con la corona del Santo Rosario. Nel 1995 Marco ricevette due messaggi privati: uno per il Papa ed uno per il Vescovo di Brescia, che furono consegnati scrupolosamente come richiesto. La Vergine Maria donò al veggente ben 11 segreti che egli definisce "grandi ed importanti" e che riguardano: il Mondo, l’Italia, le Apparizioni nel Mondo, il Ritorno di Gesù sulla terra, la Chiesa, il Papa ed altri segreti personali inerenti la sua vita e il suo cammino. Marco a chi chiede di questi segreti, risponde: "Nessuno deve essere curioso dei segreti, essi devono rimanere tali. Posso solo dire che il mondo si salva tramite la PREGHIERA e la devozione a MARIA, ultima ancora di salvezza per tutto il genere umano". La Mamma inoltre, a ricordo del primo anniversario delle Apparizioni e per confermare la sua presenza, ha donato al suo strumento una stimmate, a forma di croce, sul petto, che da allora ha sanguinato otto volte o durante la settimana santa o come preannuncio di avvenimenti difficili e particolari per l’umanità. Nel 1997, su volere e desiderio della Mamma dell’Amore, è nata l’Associazione che diffonde i messaggi della Vergine e che aiuta chi ha bisogno. Il 18 settembre 1998 Marco è stato ricevuto in udienza dal Vescovo di Brescia Mons. Bruno Foresti. Il 10 novembre dello stesso anno è stata nominata una "commissione" per constatare la veridicità delle Apparizioni della Vergine e il contenuto dei messaggi. Il vescovo di Bergamo, Mons. Amadei, ha confermato, tramite il suo vescovo ausiliario Mons. Belotti, la possibilità di compiere pellegrinaggi a Paratico. Il vescovo ha chiesto soltanto che la celebrazione delle S. Messe del Movimento Mariano, nato dalle apparizioni, siano svolte nella chiesa parrocchiale di Paratico (la parrocchia appartiene al territorio della provincia di Brescia, ma come curia dipende da quella di Bergamo) ed ha quindi invitato e consigliato il parroco, che non crede alle apparizioni, ad accogliere fraternamente i Sacerdoti e i Missionari ospiti del Movimento Mariano della Mamma dell’Amore. – mariadinazareth –

 

 

 

Il 31 dicembre, dopo la Messa del "Te Deum" nelle rispettive parrocchie, il veggente Marco con la sua famiglia ed un gruppo di persone (una ventina) si sono ritrovati presso l’Oasi di Paratico per la consueta cena in fraternità e la veglia di preghiera di fine anno. Dopo alcune ore trascorse in fraternità e gioiosa allegria è iniziata la preghiera. Canti, preghiere e meditazioni ci hanno accompagnati verso il nuovo anno. Pochi minuti dopo la mezzanotte, alle 00.02, mentre il gruppo era in preghiera, la Madonna ha donato il messaggio tramite il suo strumento. L’apparizione è durata circa 10 minuti. I presenti possono testimoniare che il volto di Marco, durante la lunga apparizione, ha avuto momenti di gioia, con ripetuti sorrisi, ma anche lunghi momenti di tristezza. Alcune lacrime, come avvenuto alcuni giorni prima durante la preghiera della quarta domenica di dicembre, sono scese dal volto del veggente durante l’estasi. Marco ci riferisce che la Madonna indossava l’abito tradizionale di color oro.

Ecco il messaggio dato il 1° Gennaio 2010:
Figlioli miei cari, ho pregato e prego con voi all’inizio di un nuovo anno. Vi ho radunati attorno a me in questo luogo a me tanto caro, mio piccolo gregge, perché voglio aiutarvi a camminare e desidero che voi stessi aiutiate i vostri fratelli a riscoprire la bellezza della fede. La fede, ricordate sempre, è l’unica grande gioia e felicità della vita. Senza fede siete affaticati ed oppressi nel condurre la barca della vostra vita. Senza la fede le forze vengono meno e la fatica aumenta. Senza la fede vi sentite confusi e senza meta. Figlioli, la barca della vostra vita, quando fate la volontà di Dio, va contro corrente ed il vento è contrario a voi… quindi la fatica è molta. Fermatevi un attimo, figlioli miei, fermatevi un attimo e lasciate salire sulla vostra barca Gesù. Sì, figli, lasciate entrare nella vostra vita e nel vostro cuore Gesù. Il vento cesserà, la corrente sarà meno forte se il vostro cuore si aprirà a Lui. Vi ripeto con il Cuore in mano le parole che Gesù disse ai suoi discepoli: "Coraggio, sono Io, sono con voi, non abbiate paura!" Figlioli miei cari, mentre vi benedico ad uno ad uno all’alba del nuovo giorno, vi invito a pregare incessantemente. Figlioli, interi popoli saranno provati da calamità naturali, migliaia e migliaia di vostri fratelli periranno in un minuto-secondo proprio all’inizio di questo nuovo anno. Tante sofferenze andranno ad aggiungersi a sofferenze già presenti. Interi popoli scenderanno nel buio e nella tenebra. I sistemi del mondo e degli uomini, costruiti sulla sabbia, cadranno. I governi e le nazioni, che non terranno le loro radici radicate nella Parola di Dio, vacilleranno e creeranno grande confusione. I poveri soffriranno ancora di più in questi tempi perché vittime dell’atroce egoismo dei ricchi… Figlioli, voi pregate per loro ed operate per le loro necessità. Sì, mi rivolgo a tutti i miei figli, mi rivolgo a tutti coloro che mi amano in questo luogo così come in ogni angolo della terra ove io poso i miei piedi per volere di Dio. Figli, ripeto a tutti con il cuore: "Amate i vostri fratelli che sono nella prova… Amate Dio nei fratelli che allungano le loro mani vuote e malate verso di voi!" Oh, figlioli miei, molti vostri fratelli saranno perseguitati per la loro fede. La Chiesa stessa si prepara alla grande sofferenza. Ecco perché vi esorto a pregare per il Papa e per tutti coloro che Gesù ha chiamato al Suo servizio. Tante prove dovrete superare a causa della vostra fede e del vostro buon operato ma non temete: Io sono con voi! Le sciagure e le sofferenze vi avvicinano all’alba di un nuovo giorno, il giorno del trionfo dei nostri Cuori… Non abbiate timore di nulla, figli: chi ha fede nulla deve temere. Vi accolgo tutti nel mio Cuore e vi esorto a camminare uniti verso la santità. Vi accarezzo ad uno ad uno… Il mio strumento porterà a ciascuno di voi la mia carezza. Figli, vi faccio un dono questa sera, anche voi accarezzate i vostri fratelli e sorelle: nel vostro gesto la mia carezza e la mia materna benedizione. Al mio docile strumento dico: "Amato figlio, ti sorreggo in ogni attimo e ti benedico di cuore. Sei nel Cuore di Dio e nel mio Cuore materno". A voi tutti ripeto con il cuore di amare Gesù e di vivere la sua Parola. Benedico il nuovo anno, che questa notte avete consacrato ai nostri Cuori, e benedico ciascuno di voi nel nome di Dio che è Padre, in nome di Dio che è Figlio, in nome di Dio che è Spirito d’Amore. Amen. Grazie, figli, della vostra presenza e delle vostre preghiere… resto con voi e vi accarezzo. Ciao, figli miei.

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 29 gennaio 2010 in Uncategorized

 

Una risposta a “LA VERGINE A PARATICO ANNUNCIA PESANTI SOFFERENZE PER I POPOLI ALL'INIZIO DI QUESTO NUOVO ANNO

  1. utente anonimo

    30 gennaio 2010 at 08:57

    Per non dimenticare:
    "Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo"
    (Mahatma Gandhi)

    Saluti Laura

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: