RSS

Archivi giornalieri: 20 gennaio 2010

Chi non ha pensato alla pocalisse di Giovanni in questi giorni?

Apocalisse 1

Capitolo 1
Argomento del libro.
Pag. 1763 Apocalisse di S. Giovanni 1
1 – Rivelazione di Gesù Cristo, la quale Dio gli diede per indicare ai suoi servi le cose che debbono accadere tra breve, e ch’egli fece conoscere con l’invio del suo angelo al suo servo Giovanni,
2 il quale ha attestato la parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo, [narrando] quanto vide.
3 Beato chi legge e chi ascolta le parole di questa profezia e osserva ciò ch’è scritto in essa. Il tempo infatti è vicino.
Indirizzo e saluti.
4 Giovanni alle sette chiese che sono nell’Asia: grazia a voi e pace da Colui che è e che era e che viene, e dai sette spiriti che stanno davanti al suo trono,
5 e da Gesù Cristo, il testimonio fedele, il primogenito dei morti e il principe dei re della terra. A Colui che ci ha amato e ci lavò da’ nostri peccati nel suo sangue,
6 e ci ha fatto un popolo regale e sacerdoti del suo Dio e padre, a lui la gloria e la potenza per i secoli de’ secoli. Amen.
7 Ecco ch’egli viene con le nuvole, e lo vedrà ogni occhio e coloro [altresì] che lo trafissero, e faran cordoglio per lui tutte le tribù della terra. Sì, amen!
8 Io son l’alfa e l’omega, il principio e la fine, dice il Signore Iddio, colui che è e che era e che viene, l’Onnipotente.

Visione del Cristo risorto e incarico a Giovanni di scrivere.
9 Io Giovanni, vostro fratello, compartecipe nella tribolazione e nel regno e nell’aspettazione in Gesù, mi trovai nell’isola chiamata Patmos a motivo della parola di Dio e della testimonianza di Gesù.
S. Giovanni a Patmos
10 Fui [rapito] in spirito nel giorno del Signore; e udii dietro a me una gran voce come di tromba,
11 che diceva: «Ciò che tu vedi, scrivilo in un libro e mandalo alle sette chiese, che sono in Asia, ad Efeso, a Smirne, a Pergamo, a Tiatira, a Sardi, a Filadelfia e a Laodicea».
12 E mi voltai per veder la voce che parlava con me, e voltatomi vidi sette candelabri d’oro,
13 e in mezzo ai candelabri [qualcuno] simile a un figliuolo d’uomo, vestito di tunica talare e cinto presso alle mammelle d’una fascia d’oro.
14 La sua testa e i capelli eran bianchi come la candida lana, come la neve; e i suoi occhi come fiamma di fuoco;
15 e i suoi piedi simili a oricalco, arroventato in fornace; e la sua voce come lo strepito di molte acque;
16 e aveva nella mano destra sette stelle, e dalla sua bocca usciva una spada a due tagli; e la sua faccia come il sole [allorchè] splende nella sua potenza.
17 E quando lo vidi, caddi ai suoi piedi come morto; ed egli pose su me la sua destra, dicendo: «Non temere! Io sono il Primo e l’Ultimo,
18 e il Vivente: e fui morto, ed ecco son vivo per i secoli de’ secoli, e ho le chiavi della morte e degli Inferi.
19 Scrivi dunque le cose che hai veduto, e quelle che son [già] e quelle che son per accadere in appresso.
20 Il mistero delle sette stelle, che hai viste nella mia destra, e [de] i sette candelabri d’oro, [eccolo]: le sette stelle sono gli angeli delle sette chiese, e i sette candelabri son le sette chiese.


Apocalisse 5

Capitolo 5
Il libro dai sette sigilli.
Pag. 1767 Apocalisse di S. Giovanni 5
1 – E vidi nella destra di colui che sedeva sul trono un libro scritto di dentro e di fuori, sigillato con sette sigilli.
2 E vidi un angelo potente, che bandiva a gran voce: «Chi è degno d’aprire il libro e sciogliere i suoi sigilli?».
3 E nessuno nel cielo nè sulla terra nè sotto la terra poteva aprire il libro nè guardarlo.
4 E io piangevo molto, che nessuno s’era trovato degno di aprire il libro nè di guardarlo.
5 E uno de’ vecchi mi disse: «Non piangere! Ecco, ha vinto il leone della tribù di Giuda, il rampollo di David, sì da aprire il libro e sciogliere i suoi sette sigilli».
6 E in mezzo al trono dei quattro animali e in mezzo ai vecchi, ecco, io vidi un agnello in piedi, come sgozzato, il quale aveva sette corna e sette occhi, che sono i sette spiriti di Dio mandati per tutta la terra.
7 E venne e prese il libro dalla destra di colui che sedeva sul trono.
8 E quando ebbe preso il libro, i quattro animali e i ventiquattro vecchi si prostrarono al cospetto dell’agnello, avendo ciascuno una cetra e coppe d’oro piene di profumi, che sono le preghiere dei santi.
9 E cantavano un inno nuovo, dicendo: «Degno tu sei, o Signore, di prendere il libro e di aprire i suoi sigilli, perchè sei stato sgozzato e col tuo sangue hai comprato a Dio [uomini] da ogni tribù e lingua e popolo e nazione,
10 e li hai fatti per il nostro Dio popolo regale e sacerdote, e regneranno sulla terra».
11 E vidi e udii una voce di molti angeli intorno al trono e agli animali, e ai vecchi ed era il loro numero miriadi di miriadi, migliaia di migliaia,
12 che dicevano a gran voce: «Degno l’agnello, che è stato sgozzato, di ricever la potenza e la ricchezza e la sapienza e la forza e l’onore e la gloria e la benedizione».
13 E ogni creatura ch’è nel cielo e sulla terra e sotto la terra e sul mare, e tutte le cose in essi contenute, udii che dicevano: «A colui che siede sul trono e all’agnello, la benedizione e l’onore e la gloria e il potere per i secoli de’ secoli!».
14 E i quattro animali dicevano: «Amen!». E i ventiquattro vecchi caddero bocconi e adorarono il Vivente per i secoli de’ secoli.

Primo sigillo :       Cavallo Bianco Apocalisse 6:2

Secondo sigillo :  Cavallo Rosso, portatore di guerra Apocalisse 6:3

Terzo sigillo :       Cavallo Nero, portatore di un disatro economico Apocalisse 6:5

Quarto sigillo :     Cavallo Giallastro, portatore di morte Apocalisse 6:8

Quinto sigillo :     Grido delle anime dei martiri, ad essi viene data una veste bianca, e devono aspettare ancora che i tempi si compiano Apocalisse 6:9 e seguenti

Sesto sigillo :       Terremoto, il sole diventa nero (eclissi) , la luna rossa come sangue, le stelle cascano, il cielo si ritira, i monti e le isole vengono smosse.  Apocallisse 6:12 e seguenti

Settimo sigillo :  Dio dà agli angeli le sette trombe Apocalisse 7:3

Nessuno può aprire i sigilli meno che L’Agnello Apocalisse 5,2

Il numero sette compare più volte nei capitoli 5 e 8 dell’Apocalisse : 7 sigilli, 7
 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 gennaio 2010 in Uncategorized