RSS

Archivi giornalieri: 27 maggio 2009

Visita speciale

Questo strano episodio è accaduto realmente a mio padre. Premetto che lui è sempre stato una persona appassionata di scienze, matematica, fisica, arte ma assolutamente indifferente e anzi diffidente nei confronti di pseudo-scienze quali l’ astrologia, la parapsicologia, la cartomanzia, lo spiritismo, ecc delle quali non voleva neppure sentire parlare.
Una mattina di qualche anno fa, mio padre mi ha raccontato la strana esperienza che aveva vissuto durante la notte, perplesso e divertito per l’intensità e la vivezza con cui aveva vissuto l’esperienza. “Stanotte ho fatto un sogno assai strano, ma la mia impressione è stata così intensa che, se non fosse assurdo, direi che questo è avvenuto realmente! Stavo dunque dormendo profondamente, quando ho sentito suonare insistentemente alla porta. Stupito e preoccupato mi sono affrettato ad infilarmi la vestaglia, anche per evitare che con questi fastidiosi scampanellii, venisse svegliata pure vostra madre, che riposava tranquilla. Affrettatomi dunque ad aprire la porta, mi sono trovato di fronte una mia antica compagna di giochi, Greta, con la quale, insieme a un numeroso gruppo di altri bimbi, ho passato tante ore divertenti nel parco di fronte a casa. Non è che fossi particolarmente affezionato a lei o provassi una simpatia particolare, ma era pur sempre una cara compagna degli anni spensierati che a volte riappariva nei miei ricordi, insieme agli altri visi fanciulleschi e mai più incontrati.
Appariva, come ovvio, adulta e invecchiata, ma non particolarmente sciupata tanto da risultarmi subito riconoscibile. Meravigliato e stupito le domando: “Ciao, come stai ? Come mai compari qui, alla mia porta, a quest’ora di notte, dopo tanti anni?” “Eh sì, è un poco strano, ma sai sto partendo per un lungo viaggio e veramente ci tenevo a fartelo sapere e a salutarti” Io sempre più stupefatto e imbarazzato le domando “Un lungo viaggio? E per dove?” “Eh sai, molto molto lungo” Io, anche per porre termine a quel colloquio che mi metteva a disagio, in quell’orario assurdo, le dico “Beh! Mandami una cartolina. Magari ripassa al ritorno. Di giorno possiamo anche farci una bella chiacchierata e mi racconti tutto” “No, no, non ripasserò più” risponde lei “Il viaggio è troppo lungo,non è possibile, ma ci tenevo molto a farti sapere che me ne vado e ti chiedo di ricordarti di me” Poi, con un’espressione pensosa e seria, voltandosi velocemente, si è allontanata con passo rapido, senza aggiungere altro.
A quel punto ho chiuso la porta e sono tornato a letto, ma non riuscivo più a riaddormentarmi, frastornato dal realismo dell’episodio ! Che stranezza, una compagna di giochi della quale non mi ricordavo quasi più. Forse mi sto rimbambendo !”
Dopo qualche giorno mio padre mi dice:”Ti ricordi quel sogno che ti ho narrato qualche giorno fa ? Ebbene, mi è capitato di parlare con un antico compagno d’infanzia, che non sentivo da molto tempo. Mi ha detto che Greta è morta, proprio nella notte in cui io l’ho sognata !”
Queste esperienze non devono essere ricercate in nessun modo. La Chiesa condanna gravemente lo spiritismo, che può danneggiare seriamente una persona, ma se questi fatti avvengono spontaneamente, come nel caso di mio padre, si possono interpretare come segni permessi da Dio a conferma dell’esistenza della vita ultraterrena e della necessità di pregare sempre per le anime dei morti.

 

Ringrazio Lara per questo post…

 
1 Commento

Pubblicato da su 27 maggio 2009 in Uncategorized